Produzione barbatelle innestate e piante da frutto

Pignoletto

Pignoletto è certamente il vitigno principe dei colli bolognesi, da origine al vino DOCG Colli Bolognesi Pignoletto.

Pignoletto è diffuso anche in altre zone, ad esempio nei colli Riminesi è presente con il nome di “Rebola” ed in Umbria con il nome di “Grechetto di Todi“.

Pignoletto è un vitigno vigoroso, rustico per la buona resistenza alle diverse avversità della vite, a germogliamento e maturazione medie. Quando vinificato il Pignoletto produce vini di colore verdognolo, dotati di buona acidità, dal delicato aroma fruttato che in seguito evolve verso la frutta matura (pera, pesca e frutti esotici). Pignoletto viene utilizzato anche per la produzione di vini frizzanti e passiti.

Principali cloni disponibili:

  • CAB 3: clone dalla vigoria e produzione medie. Fertile anche sulle gemme basali. Tenore zuccherino delle uve superiore alla popolazione.
  • CAB 5: clone dalla vigoria e produzione medie. Fertile anche sulle gemme basali. In uvaggio aggiunge sapidità.

Per vedere la descrizione ampelografica del Pignoletto visita la scheda sul Registro Nazionale delle Varietà di Vite